Hai bisogno di luce ? Le mele di terra possono fornire energia gratuitamente

Se tutte le varietà di patate sono piene di vitamine e sostanze nutritive, una corrente elettrica prodotta dai tuberi può impressionare. Ecco come creare elettricità con una patata che può produrre abbastanza energia per illuminare una stanza !

Sapevi che collegare una patata può creare un campo magnetico ? Questo alimento a base di carne può accendere una lampadina e causare tensione elettrica se rispettiamo le regole di questo esperimento. Quest’ultimo è perfetto per i bambini !

Come fare elettricità con le patate ?

Oltre a essere deliziosi quando è cotto, la patata piena di benefici per la salute può produrre un’energia elettrica per poco uno sapendo come farlo. Puoi scavare un terminale positivo. Il terminale negativo è anche essenziale per creare corrente. Questo tubero è ideale per iniziare i bambini a comprendere il funzionamento dell’elettricità. I più piccoli capiscono meglio come questo potere si muove in circuito completo.

Qualsiasi varietà di patate può produrre elettricità per illuminare una stanza. Se questi alimenti sono potenzialmente all’origine di una corrente elettrica continua, è per una ragione per una ragione. Contengono zucchero, acqua, elemento conduttivo ma anche dall’acido per creare una reazione chimica tra l’anodo (zinco) e il catodo (rame). Collegando, questi elettroni rilasciano energia ma bassa tensione. Il rame e lo zinco partecipano a questa produzione di energia quando sono nei tuberi diventano così un terminale positivo e negativo che consente allo spostamento degli elettroni nelle patate. Per creare luce, una lampadina deve essere posizionata tra i due terminali per formare un circuito elettrico, il cui potenza è misurato in watt.

Di cosa abbiamo bisogno per la patata per produrre elettricità ?

Per avere una tensione sufficiente per produrre luce, avrete bisogno di una grande patata bollita, due chiodi zincati, una stanza, una lampadina a scelta, due pezzi di un cent e tre pezzi di fili di rame. Questi strumenti saranno necessari per far circolare gli elettroni in questo sistema di sistema D.

Se questi tuberi sono buoni per fare patate al forno e molti preparativi, possono anche essere oggetto di un’esperienza senza precedenti. Per questo, sarà necessario tagliare la patata a metà e fare una piccola tacca in ogni metà per essere in grado di mettere una moneta. Avvolgere un filo di rame diverso attorno ai due pezzi e incolla i pezzi nelle fessure. Il terzo filo di rame dovrà essere intorno a uno dei chiodi di zinco che spingi in ogni parte del cibo. Utilizzare il filo di rame e attaccarlo alle unghie per legare ogni metà della patata. Le estremità libere dei fili di rame saranno un generatore di elettricità che accenderà la lampadina o il LED.

Se questi alimenti che possono essere coltivati ​​possono servire come ingrediente principale per un gratin, una varietà di patate può accendere una lampadina. L’unica eccezione: questa esperienza non potenzia la lampadine ad alta tensione. Questa guida è efficace per le attrezzature che richiedono solo 0,5 volt, come ad esempio un LED a bassa tensione.

Perché la mia batteria della patata non produce elettricità ?

Se non funziona, sarà importante controllare i fili e le connessioni. Lo zinco funziona come anodo e rame come catodo. Assicurati di non aver collegato fili in acciaio. Utilizzare i morsetti di coccodrillo per accendere il bulbo più facilmente.

Bollire una patata aumenta il suo potere in elettricità ?

Mentre una patata di due e crude può fare il trucco per generare luce, puoi avere energia energetica superiore se fai bollire per 8 minuti. La ragione ? L’ebollizione mette i tessuti organici all’interno del tubero di decomposizione e diminuisce la resistenza. Risultato: il flusso di elettroni è più veloce.

Una cosa è certa: le patate cotte non sono solo deliziose per le papille gustative. Possono impressionarti per illuminare facilmente una lampadina !

Leggi anche il trucco per pulire l’interno della lavatrice ed evitare di pagare una fattura ad alta elettricità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *