Come il modellamento aiuta i bambini imprenditori ad avere successo

Spesso i genitori dicono ai figli: “Fate come dico io, non come faccio io”. Anche se questa frase viene spesso pronunciata in tono scherzoso, molti bambini possono raccontare di come le parole e le azioni dei loro genitori non siano sempre state all’altezza. Ed è del tutto incomprensibile per i bambini quando gli stessi genitori dicono: “Le azioni parlano più delle parole”. Vedete come queste frasi si contraddicono a vicenda? Se volete incoraggiare i vostri figli a seguire i loro sogni, a rischiare e a fare ciò che amano, è fondamentale ricordare l’importanza di emulare questi ideali.

A volte tutti inciampiamo

Ogni genitore può dire ai propri figli: “Fai come dico io, non come faccio io”. Siamo tutti impegnati, spesso sopraffatti e a volte presi dalla routine quotidiana. Può capitare di dire una cosa del genere di fretta e di dimenticare quanto possa essere dannosa. Ma ricordate, la frase invia un messaggio diretto: “Non sono onesto nelle mie parole e nelle mie azioni”.

Crescere figli che trovano il loro posto nel mondo e sono pieni di grandi idee per l’espressione creativa (comprese le iniziative imprenditoriali) comporta una grande responsabilità. Uno dei più importanti è l’imitazione delle azioni di qualcuno che rispettano.

I bambini guardano alle azioni e al comportamento dei loro genitori e dei loro cari per orientarsi. E i bambini sono anche molto perspicaci. E sono in grado di vedere al di là di qualsiasi comportamento discutibile dei loro genitori.

Costruire un bambino imprenditore sicuro di sé

Come per molte cose nella vita, l’equilibrio è fondamentale. Parole, azioni, convinzioni e obiettivi dovrebbero idealmente coincidere. Se una parla più forte dell’altra, mostriamo costantemente ai nostri figli (e agli altri) che le nostre parole hanno più valore delle nostre azioni, o viceversa. Al contrario, parole e azioni hanno lo stesso valore e la stessa importanza nel tracciare un percorso chiaro e sano verso il successo. Per esempio, se dite: “L’onestà è la miglior politica”, ma non siete onesti con vostro figlio, non siete affatto un modello di onestà e apertura. Nel mondo degli affari, la fiducia e l’onestà sono fondamentali per il successo, quindi i genitori devono dare l’esempio ai loro figli in tutto ciò che fanno.

È anche importante dare valore alle opinioni altrui. Dare valore alle altre opinioni non significa essere d’accordo con esse, ma significa ascoltare attivamente, fare domande e considerare i diversi punti di vista.
Rispettando le altre opinioni, diamo prova di civiltà. Quando diamo valore alle opinioni degli altri, gli altri imparano a dare valore alle nostre opinioni.

Come si può essere un modello?

Ecco alcuni modi per valorizzare le altre opinioni davanti ai vostri figli:

– Non fate speculazioni su un argomento (politica, vita privata, affari) senza offrire all’interlocutore la possibilità di rispondere o di controspiegare. Lasciate questi sproloqui unilaterali per il vostro diario o per la vostra cerchia ristretta.

– Domanda tutto. Chiedete a vostro figlio cosa pensa di una particolare opinione o idea. Ai bambini piace condividere i loro pensieri e questo li aiuta a sentire che apprezzate il loro punto di vista.

– Dimostrare ascolto attivo. Non cedete all’impulso di interrompere, di inserire la vostra interpretazione della storia di qualcun altro. L’ascolto è un modo silenzioso e potente per dire: “Tu sei importante e la tua opinione conta per me”.

– Praticare il distacco. Una delle lezioni più profonde della vita è rifiutare di attaccarsi al risultato. Si può ascoltare un’altra opinione senza pensare di doverla contrastare o far cambiare idea a qualcuno. Il potere consiste nel lasciare andare il bisogno di avere sempre il controllo o di avere “ragione”.

Relazione di ruoli

L’impatto positivo del vostro comportamento competente sulla vita di vostro figlio porta a una maggiore probabilità di successo in futuro. Avete buone possibilità di diventare un modello positivo per i vostri figli.
Ricordate che nessuno di noi è una persona o un genitore perfetto. Se si commette un errore, non ci si deve preoccupare. Non invano si dice che dagli errori si impara. Parlate con vostro figlio e spiegategli che avete commesso un errore, ma che farete del vostro meglio per correggerlo. In questo modo il bambino capirà che non bisogna arrendersi e che correggere gli errori porta solo a un ulteriore sviluppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.